Radio – Sapere aude!

Sapere aude!” è una trasmissione radiofonica che stiamo realizzando grazie all’ospitalità di Radio Beckwith Evangelica. La trasmissione ha un duplice obiettivo: illustrare nel modo più semplice e chiaro possibile i diversi aspetti che compongono il tema della protezione internazionale e, in secondo luogo, fornire informazioni puntuali su quanto accade a Torino e in regione Piemonte a richiedenti asilo e rifugiati (vai al blog).

Per raggiungere questi obiettivi, la trasmissione è suddivisa in quattro rubriche:

Diritto d’asilo in pillole. La rubrica affronta aspetti puntuali del diritto d’asilo, cercando di affrontarli in modo compiuto, così che gli ascoltatori e le ascoltatrici possano comprenderli e interpretarli correttamente. Quando riusciamo, ci facciamo aiutare da alcuni testimoni privilegiati, persone che lavorano in questo campo e che ci spiegano nel dettaglio gli aspetti in discussione.

Leggere e comprendere. La protezione internazionale non è solo una questione di riconoscimento di diritti – per altro spesso negati, in Italia – ma è anche la comprensione di un “mondo diverso” con il quale entriamo in contatto. Quali sono le conseguenze di questo incontro? Quali elementi entrano in gioco? Quali difficoltà deve affrontare il rifugiato, e quali l’ospite che lo accoglie? E che similitudini ci sono con le storie di altri migranti, e altri “diversi”? In questa rubrica chiediamo a scrittori e libri importanti di illuminarci la strada e di fornirci utili spunti di riflessione.

Ma dove vanno i marinai. Cosa sta succedendo oggi a Torino? E nel resto della regione? Sono ormai molti i Comuni piemontesi che ospitano rifugiati e titolari di protezione internazionale, e sono molti i progetti nei quali queste persone vengono inserite e seguite verso un’agognata autonomia, verso il recupero di uno spazio di indipendenza e di dignità. Ma come vanno le cose? Cercheremo di dare delle risposte a queste domande, a volte analizzando da noi stessi la situazione, altre chiedendo l’intervento di operatori istituzionali e del terzo settore, impegnati in questi progetti.

Testimonianze. Cerchiamo, per quanto possibile, di portare in trasmissione i protagonisti di quanto andiamo dicendo, intervistando rifugiati, operatori delle istituzioni, delle associazioni e delle cooperative sociali impegnate sul territorio; muovendoci in regione per raccogliere le esperienze delle persone inserite nei progetti; cercando di dare voce alle diverse componenti della “galassia rifugiati”, dai più inseriti e stabili fino a coloro che sono ancora costretti a occupare palazzine fatiscenti per garantirsi un tetto sopra la testa.