Internazionali

Studenti internazionali

Studenti e ospiti internazionali

Iscrizione per studenti internazionali

Segui la procedura di iscrizione step by step.

Apply@UniTo

Se sei in possesso di un titolo di studio ottenuto all’estero e vuoi iscriverti ai corsi di laurea, laurea magistrale e laurea magistrale a ciclo unico, la procedura di application on line è obbligatoria e devi completarla su Apply@UniTO dal 14 gennaio al 14 aprile 2019.

  • Per le candidature inviate entro il 28 febbraio, i candidati riceveranno una rispostadal 13 aprile 2019.
  • Per le candidature inviatedopo il 28 febbraio, i candidati riceveranno una risposta dal 26 maggio 2019.

Registrazione su UniTO

Dopo aver inviato la tua candidatura su Apply@UniTO, devi registrarti su www.unito.it.

Istruzioni registrazione unito per studenti internazionali 2018

Iscrizione test d’ammissione / TARM - prova di lingua italiana

Per poterti registrare ai test d’ammissione /TARM - prova di lingua italiana, devi obbligatoriamente aver effettuato la procedura di application online entro le tempistiche sopra riportate.

Controlla se il corso di laurea che ti interessa prevede un test d’ammissione, selezionando il programma di laurea scelto alla voce "Tipo di accesso".

  • Corsi di laurea ad accesso programmato con graduatoria nazionale(Medicina e chirurgia, Odontoiatria e protesi dentaria e Medicina Veterinaria): prevedono un test d’ingresso, a cui devi obbligatoriamente iscriverti prima sul sito Universitaly, poi su UniTO.
    Per Medicina e chirurgia in lingua inglese (Medicine and surgery) devi iscriverti al test IMAT sul sito Universitaly. La procedura di iscrizione sarà pubblicata tra giugno e luglio 2019 nella pagina dedicata.
  • Corsi di laurea ad accesso programmato con graduatoria locale: prevedono un test d’ingresso, a cui devi iscriverti su UniTO come previsto dal bando del corso di laurea Tutte le informazioni saranno disponibili tra giugno e luglio 2019 selezionando il corso di laurea d’interesse.
  • Corsi di laurea ad accesso liberoprevedono il sostenimento obbligatorio del TARM (Test di Accertamento Requisiti Minimi) - prova di lingua italiana. Scopri se il corso di tuo interesse è ad accesso libero consultando l'elenco completo deidei corsi di laurea, disponibile da giugno/luglio 2019.
    Maggiori informazioni sul TARM-prova di lingua italiana per studenti con titolo estero sono disponibili alla pagina dedicata.
  • Corsi di laurea erogati in lingua inglese ad accesso libero (Global law and trasnational legal studies): devi obbligatoriamente sostenere il TARM in lingua inglese. La procedura sarà disponibile tra giugno e luglio 2019.
  • Corsi di laurea magistrale ad accesso liberonon prevedono né il test di ammissione né il sostenimento del TARM - prova di lingua italiana. I candidati, in seguito all’invio della propria candidatura su Apply@UniTO, vengono già valutati dalle commissioni con un colloquio.
  • Corsi di laurea magistrale ad accesso programmatoprevedono l’iscrizione e il superamento del test d’ammissione, solo in seguito alla valutazione dei requisiti curriculari del candidato tramite Apply@UniTO.

Accoglienza e immatricolazione presso UniTO

Dettagli in merito all’accoglienza e all’immatricolazione saranno disponibili in questa pagina tra giugno e luglio 2019.

Per informazioni utili per il tuo arrivo a Torino e sui servizi offerti consulta la pagina dedicata.

Visti per studio / visti di breve periodo per sostenimento test d’ammissione

  • Visto di lungo periodo per immatricolazione universitaria cittadini non-UE residenti all’estero (Visto D):una volta inviata la tua candidatura su Apply@UniTO, devi aspettare l’invio della lettera di accettazione da parte di Unito per richiedere il rilascio del visto (trasmesso dalla Rappresentanza diplomatica).
  • Visto di breve periodo/turisticocittadini non-UE residenti all’estero (Visto C): in caso di corsi di laurea che prevedono un test d’ingresso / TARM-prova di lingua italiana, l’Ambasciata/il Consolato può rilasciare un visto di breve periodo finalizzato al sostenimento del test d’ammissione. Pertanto, una volta sostenuto l’esame, dovrai ritornare a casa per richiedere il Visto D per immatricolazione universitaria alla Rappresentanza diplomatica-consolare.

Incontri di orientamento

Gli incontri di orientamento sono riservati agli studenti internazionali che hanno completato gli step sopra riportati.

Durante gli incontri ti presentiamo i servizi offerti dall’Ateneo e le indicazioni utili da seguire (procedure e scadenze amministrative, struttura organizzativa dell’Ateneo, corso di lingua italiana, etc.).

Il calendario degli incontri per l’a.a. 2019-2020 sarà pubblicato nel mese di luglio 2019.

In ogni incontro sono presentate le stesse informazioni, quindi è sufficiente partecipare a uno soltanto, preferibilmente il primo disponibile dopo il tuo arrivo a Torino.

Trasferimenti in ingresso da altri Atenei italiani

Se sei in possesso di titolo estero e ti vuoi trasferire all’Università degli Studi di Torino da un altro Ateneo italiano, segui le indicazioni che saranno disponibili alla pagina Passaggi e Trasferimenti nel mese di luglio 2019 e presenta la domanda online rispettando le scadenze per il corso di laurea di tuo interesse.

Per maggiori informazioni, rivolgiti alla segreteria del corso di laurea di tuo interesse.

Documenti richiesti per l'immatricolazione

Progetto Buddy

Il progetto Buddy ti mette a disposizione una persona che:

  • ti supporta nelle questioni più urgenti quando arrivi a Torino (casa, Università,il portale di Ateneo)
  • ti aiuta con le pratiche amministrative negli uffici dell'Università
  • ti mostra le principali strutture dell'Università (uffici, aule, mense, biblioteche, sale docenti).

Borse per studenti internazionali

15 borse di studio per studenti internazionali a.a. 2019-2020

Le borse di durata biennale sono destinate a studenti internazionali, con titolo di primo livello conseguito all’estero, che intendono iscriversi nell’a.a. 2019-2020 al primo anno di un corso di studi magistrale dell’Università di Torino.

Sono considerati internazionali tutti gli studenti che:

  • hanno conseguito il titolo di studio valido per l’accesso al corso di Laurea Magistrale in un’istituzione esterna al sistema italiano;
  • non hanno la cittadinanza italiana.

La graduatoria per l’attribuzione delle borse si basa sui risultati del GRE General Test.

Per candidarti devi aver conseguito il certificato GRE General Test entro i 5 anni precedenti la scadenza del bando e aver superato tutte le sezioni del test con i seguenti punteggi minimi per sezione:

  • Verbal Reasoning: 140/170
  • Quantitative Reasoning: 140/170
  • Analytical Writing: 3,5/6.

Informazioni dettagliate sui requisiti di ammissione sono disponibili all’articolo 3 del bando.

Le domande di partecipazione devono essere presentate entro domenica 14 aprile 2019, esclusivamente mediante procedura on line.

L’importo complessivo di ogni borsa di studio ammonta a 9.000 euro annuali, al lordo degli eventuali oneri fiscali a carico del/della beneficiario/a. La concessione del beneficio di ulteriori 9.000 euro per la seconda annualità è subordinata al raggiungimento della soglia di merito accademico. I criteri di merito verranno comunicati in questa pagina.

Per l’ammissione e l’iscrizione al corso di studi, gli studenti extra-europei residenti all’estero dovranno osservare le disposizioni e le scadenze vigenti per il visto, incluse le procedure previste nelle Norme del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca in materia di accesso degli studenti stranieri ai corsi universitari.

Le graduatorie saranno pubblicate alla fine del mese di maggio 2019 su questa pagina.

Bando 2019-2020

Call for scholarships for international students 2019-2020 (versione inglese)

Borse di studio offerte dal governo italiano a studenti stranieri e italiani residenti all’estero (IRE)

Il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale offre borse di studio, in favore di studenti stranieri e italiani residenti all’estero (di seguito denominati IRE) per l’anno accademico 2018-2019, con l’obiettivo di favorire la cooperazione culturale internazionale, la diffusione della conoscenza della lingua, della cultura e della scienza italiana e la proiezione del sistema economico e tecnologico dell’Italia nel mondo.

Le borse di studio sono offerte per svolgere programmi di studio, formazione e/o ricerca presso Istituzioni italiane statali o legalmente riconosciute.

Il bando è chiuso.

100 borse di studio per studenti titolari di protezione internazionale

100 borse di studio a studenti con protezione internazionale per l’accesso a corsi di laurea, laurea magistrale e dottorato di ricerca presso le università italiane per l’a.a. 2018-19.

L’iniziativa, promossa dal Ministero dell’Interno e dalla CRUI (Conferenza dei Rettori delle Università Italiane), con la partecipazione dell’ANDISU (Associazione Nazionale degli Organismi per il Diritto allo Studio Universitario), ha l’obiettivo di sostenere il diritto allo studio di giovani studenti meritevoli, titolari di protezione internazionale, costretti a interrompere il percorso di studi avviato nel Paese d'origine.

Possono partecipare:

  • studenti, vincitori del bando per gli a.a. 2016-2017 e 2017-2018, per i quali sussiste lo status di titolari di protezione internazionale, che hanno diritto alla conferma della borsa di studio
  • titolari di protezione internazionale in possesso di un titolo di studio valido per l’iscrizione al corso di laurea, laurea magistrale, laurea magistrale a ciclo unico o dottorato di ricerca prescelto, che si iscrivono per la prima volta al sistema universitario italiano.

Consulta il bando e tutte le informazioni relative sul sito CRUI.

Il bando è chiuso.

Riconoscimento titoli di studio

Perché presentare domanda

La domanda di riconoscimento di un titolo accademico estero può essere presentata per ottenere un analogo titolo universitario rilasciato dall’Università di Torino.

Le Università possono riconoscere i cicli e i periodi di studio svolti all'estero e i titoli di studio stranieri, per consentire l'accesso all'istruzione superiore, il proseguimento degli studi universitari e il conseguimento dei titoli universitari italiani.

​​Per le procedure di riconoscimento dei titoli accademici esteri per finalità diverse da quelle sopra elencate (per esempio, partecipazione a concorsi pubblici o accesso a professioni regolamentate) consulta con attenzione il sito del Centro Informazioni Mobilità Equivalenze Accademiche.

Chi e quando può fare domanda

La domanda di riconoscimento di un titolo accademico estero (laurea di primo e secondo livello) può essere presentata dai/dalle cittadini/e italiani/e, comunitari/e ed extracomunitari/e legalmente soggiornanti in Italia direttamente presso l'Ufficio Studenti Stranieri e Traduzioni nel periodo compreso tra il 15 marzo ed il 30 aprile di ogni anno, e ancora per tutto il mese di maggio con l’applicazione di una sanzione amministrativa perché oltre i termini.
I/Le cittadini/e extracomunitari/e non legalmente soggiornanti in Italia, invece, possono presentare la domanda attraverso le Rappresentanze diplomatico-consolari italiane competenti per territorio.

Procedura di riconoscimento

La procedura di valutazione della domanda di riconoscimento del titolo estero si può concludere con un riconoscimento totale oppure con un riconoscimento parziale.
In caso di riconoscimento totale (equipollenza), al/alla richiedente sarà rilasciato un titolo accademico italiano corrispondente a quello conseguito all’estero.
In caso di riconoscimento parziale, al/alla richiedente viene data la possibilità di iscriversi con abbreviazione di corso a un determinato corso di laurea, considerato equivalente a quello seguito all’estero.
In caso di riconoscimento parziale, per i corsi di laurea a numero programmato l'iscrizione potrà avvenire solo in seguito a:

  • superamento delle prove previste dai bandi di ammissione ai corsi di studio interessati, salvo specifiche deroghe previste dai corsi di studio, variabili di anno in anno
  • disponibilità di posti residui rispetto all'anno di ammissione.

La procedura di riconoscimento deve concludersi entro il termine massimo di 90 giorni.

Documentazione per cittadini italiani, comunitari ed extracomunitari legalmente soggiornanti in Italia

La documentazione va consegnata direttamente all’Ufficio Studenti Stranieri.

  • Originale/copia autentica del diploma di maturitàe del titolo accademico che si intende far riconoscere, con traduzione ufficiale, legalizzazione (dove prevista) e una delle seguenti dichiarazioni: dichiarazione di valore o attestazione di comparabilità rilasciata da centri enic–naric (se presente)
  • Originale del piano di studi universitario munito di traduzione ufficiale (che non è richiesta se il documento è rilasciato in lingua inglese; per ulteriori esoneri contattare l’Ufficio) e legalizzazione (se prevista), contenente il dettaglio degli esami universitari, con i voti e le ore e/o crediti o in alternativa l’originale del Diploma Supplement munito di legalizzazione (se previsto)
  • Programma ufficiale degli esami sostenuti con timbro e firma dell’università tradotti fedelmente dall’originale (la traduzione non è richiesta se il documento è rilasciato in lingua inglese; per ulteriori esoneri contattare l’Ufficio).
Documentazione per cittadini extracomunitari residenti all’estero

​La documentazione va inviata all’Ufficio Studenti Stranieri tramite la Rappresentanza Diplomatico-Consolare competente per territorio.

  • Originale del diploma di maturitàe del titolo accademico che si intende far riconoscere con traduzione ufficiale, legalizzazione (se prevista) e della relativa dichiarazione di valore
  • Originale del piano di studi universitario con traduzione ufficiale (che non è richiesta se il documento è rilasciato in lingua inglese; per ulteriori esoneri contattare l’Ufficio) e legalizzazione (se prevista), contenente il dettaglio degli esami universitari, con i voti e le ore e/o crediti o in alternativa l’originale del Diploma Supplement con legalizzazione
  • Programmi degli esami sostenuti con traduzione ufficiale (che non è richiesta se il documento è rilasciato in lingua inglese; per ulteriori esoneri contattare l’Ufficio) e legalizzazione (se prevista).

L’Università si riserva la facoltà di richiedere ulteriori documenti nel caso non vi siano gli elementi sufficienti alla valutazione del percorso accademico.

Imparare l'italiano

Opportunità offerte dall'Università di Torino

  • UNITO Italian Programs Abroad
    Offre corsi di lingua e cultura italiana della durata di 4-6 settimane basati sull’apprendimento integrato di contenuti linguistici e di cultura locale. Tutti i corsi includono un corso di lingua italiana CORE di 12 ore a settimana e sono suddivisi in tre livelli, corrispondenti ai livelli A2, B1 e B2 del Quadro Europeo Comune di Riferimento per la conoscenza delle Lingue.
  • Italiano per stranieri
    Il Comitato Torino Università Estate è attivo dal 1998 e organizza corsi di lingua italiana per stranieri, puntando ad offrire corsi di alto livello sul piano didattico-culturale e organizzativo. Nello stesso tempo promuove l'immagine dell'Università di Torino in ambito internazionale e si propone di far conoscere una città come Torino ricca di storia, arte, tradizioni, nonché sede delle Olimpiadi Invernali del 2006.
  • Centro Linguistico di Ateneo (CLA)
    Il CLA dell'Università degli Studi di Torino organizza corsi intensivi di lingua italiana indirizzati a visiting professors, studenti Erasmus, borsisti, studenti PhD, ricercatori dell'Università di Torino e a tutte quelle persone interessate a imparare l'italiano per motivi di studio o di lavoro.
  • ICoN - Italian Culture on the Net
    Un Consorzio di Università italiane, di cui fa parte anche l'Università degli Studi di Torino, che ha lo scopo di promuovere e diffondere, per via telematica, la lingua, la cultura e l'immagine dell'Italia nel mondo. ICoN organizza corsi on line per imparare l'italiano. Gli studenti, usufruendo dei servizi di ICoN, possono contare sul supporto di un tutor, hanno libero accesso al forum dedicato e possono seguire i corsi interamente on line.
Corsi offerti dalla Città di Torino

Il Centro Interculturale della Città di Torino nasce nel 1996 con l’obiettivo di offrire a tutti i cittadini, sia nativi sia migranti, opportunità di formazione interculturale oltre a occasioni di incontro, dialogo e confronto su temi e questioni di interesse comune. Tra le varie iniziative, il Centro organizza periodicamente corsi di lingua italiana per stranieri, anche a titolo gratuito.

Certificati di competenza linguistica in italiano
  • Certificazione di Italiano come Lingua Straniera (CILS)
    E' un titolo di studio che attesta il grado di competenza linguistico-comunicativa in italiano. La Certificazione viene rilasciata dall'Università per Stranieri di Siena ed è riconosciuta legalmente come titolo ufficiale di competenza linguistica.
    Il Ministero degli Affari Esteri, attraverso gli Istituti Italiani di Cultura all'estero, coordina i diversi centri che, in oltre 60 Paesi e in due sessioni ogni anno, danno l'opportunità di sostenere l'esame a tutte le persone interessate ad ottenere la certificazione.
  • Certificati di conoscenza della lingua italiana (CELI)
    Riconosciuti dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricercae dal Ministero del Lavoro, sono certificati dell'italiano generale che si rivolgono ad adulti scolarizzati. Attestano competenze e capacità d’uso della lingua e sono spendibili in ambito di lavoro e studio.
    I CELI sono articolati in 6 livelli sul modello del Quadro Comune Europeo di Riferimento per le lingue (QCER) e sono previste tre sessioni d’esame nel corso dell’anno, nei mesi di marzo, giugno e novembre.
    E’ possibile sostenere gli esami CELI all’Università di Torino presso il centro d’esame CLA.

Informazioni pratiche per il soggiorno

Visto

Le informazioni per chi deve richiedere il visto Per sapere:

  • se hai bisogno del visto per entrare in Italia
  • che tipo di visto richiedere e dove

consulta il sito del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale.

Prima di chiedere il visto per motivi di studio, devi fare richiesta all’Università di Torino di una lettera d’invito ufficiale, scrivendo ai seguenti indirizzi email:

Per informazioni sull’iscrizione a un corso di laurea dell’Università di Torino, puoi consultare la sezione dedicata.

Permesso di soggiorno
  • Il supporto amministrativo, la procedura e la documentazione per fare richiesta

Se sei cittadino di un Paese non appartenente all'Unione Europea, dell'Islanda, Liechtenstein, Norvegia e Svizzera:

  • devirichiedere il permesso di soggiorno se rimani in Italia per più di 90 giorni
  • non devirichiedere il permesso di soggiorno se rimani in Italia per 90 giorni.
Supporto amministrativo per richiesta di permesso di soggiorno

L’Università di Torino offre un supporto amministrativo per il disbrigo delle pratiche relative al rilascio del visto e del permesso di soggiorno di ospiti internazionali in visita per motivi di studio o lavoro e di studenti internazionali dell’Ateneo.

Per la richiesta di rinnovo del permesso di soggiorno e l'eventuale “conversione” (modifica della tipologia del permesso di soggiorno, es. da “Permesso di soggiorno per studio” a “Permesso di soggiorno per lavoro”) è necessario contattare via mail l'ufficio almeno 60 giorni prima della scadenza del medesimo permesso.

Procedura per la richiesta del permesso di soggiorno per studio

Entro 8 giorni lavorativi dall'ingresso in Italia è obbligatorio richiedere il permesso di soggiorno.
Gli interessati devono presentare la domanda di rilascio del permesso di soggiorno per studio presso gli sportelli degli Uffici Postali abilitati. L’Ufficio Postale fornisce un kit che include il modulo per la domanda e le istruzioni per la compilazione.

Successivamente l’Ufficio Postale rilascerà una ricevuta che il richiedente dovrà portare sempre con sé insieme al passaporto fino a quando non riceverà il permesso di soggiorno elettronico (gli studenti devono prestare molta attenzione e conservare con cura tale ricevuta al fine di evitare il suo smarrimento o furto).
Insieme alla ricevuta, l’Ufficio Postale consegnerà un foglio contenente la convocazione della Questura - Ufficio Immigrazione per il fotosegnalamento e l’eventuale integrazione della propria istanza.

A seguito del fotosegnalamento, dopo circa 6-8 settimane, il richiedente riceverà un SMS con la data in cui potrà ritirare il permesso di soggiorno.

Tramite la ricevuta rilasciata dall’Ufficio postale al momento dell’inoltro dell’istanza è possibile verificare lo stato della propria pratica sul Portale Immigrazione - “Area riservata stranieri” (inserendo i soli numeri della pratica senza il trattino).

Documentazione necessaria
  • Copia della pagina del passaporto con i dati personali, copia del visto di ingresso e copie di eventuali altre pagine del passaporto contenenti visti e timbri
  • Copia del codice fiscale da richiedere presso una sede dell’Agenzia delle Entrate
  • Copia della lettera di invito rilasciata dall’Università di Torino e presentata per ottenere il visto presso il Consolato Italiano all’estero, vistata dal Consolato stesso
  • Copia dell’autocertificazione di iscrizione presso l’Università di Torino, stampata presso l’Infopointal momento del vostro arrivo
  • Copia della documentazione attestante la disponibilità di adeguate risorse finanziarie per la durata del permesso di soggiorno (ad esempio documentazione attestante la vincita di borsa di studio)
  • Marca da bollo da 16,00 Euro (in vendita nelle tabaccherie)
  • Attestazione del pagamento del bollettino premarcato, fornito dall’ufficio postale, di Euro 70,46 previsto per il PSE (Permesso di Soggiorno Elettronico)
  • Modulistica del kit postale debitamente compilata
  • Copia della copertura assicurativa medica:
    a) se già stipulata nel proprio Paese, deve avere i seguenti requisiti: nominale per la persona (in caratteri occidentali), periodo e copertura per le spese mediche, validità per l’area Schengen, massimale di Euro 30.000,00 in lingua italiana (o inglese, francese, spagnolo). Il tutto deve possibilmente essere vistato e timbrato dal Consolato;
    b) se non si è in possesso della copertura assicurativa, presso un qualsiasi ufficio postale può essere effettuato un pagamento con bollettino postale intestato a:
    INA Assitalia - C/C n. 712 70 003
    Gen. Roma “Conto 20”
    Via del Tritone 181 00187 Roma
    Causale: Polizza Sanitaria studente straniero 6 mesi/12 mesi
    Importo: 6 mesi = 49,00 Euro/12 mesi=98,00 Euro
    A pagamento effettuato è necessario contattare la compagnia assicurativa (tel.: 06.3611676 o 06.3210214) per ottenere un certificato di conferma dell'avvenuta assicurazione (polizza).
  • Portale Immigrazione
  • Agenzia delle Entrate
Assistenza sanitaria e assicurazioni
  • Informazioni utili per i cittadini provenienti da Paesi UE ed extra-UE

Assicurazioni infortuni e responsabilità civile

Se sei uno studente internazionale che si trova a Torino con il programma Erasmus+ o sulla base di accordi di cooperazione tra UniTo e l’Università di provenienza, hai diritto a coperture assicurative, stipulate dall’Università di Torino, a garanzia del rischio infortuni e della responsabilità civile verso terzi.

Se invece sei studente, studente di dottorato, docente e ricercatore ospite presso l’Università di Torino per motivi di studio, ricerca o lavoro, devi essere coperto da un’assicurazione per infortuni e per responsabilità civile verso terzi sottoscritta a titolo personale.

Informazioni dettagliate sono disponibili alla pagina

Assistenza sanitaria

Cittadini UE

Se sei cittadino di un Paese dell’Unione Europea che soggiorna in Italia, puoi accedere all’assistenza sanitaria erogata dal Servizio Sanitario Nazionale (SSN) in base alle seguenti disposizioni:

  • per periodi di permanenza inferiori a 3 mesiè assicurata l’assistenza sanitaria in caso di emergenze (pronto soccorso);
  • per periodi superiori a 3 mesiè garantita anche l’assistenza del SSN presentando la Tessera Sanitaria Europea (TEAM) e il proprio documento d’identità.

In tal caso, è possibile presentarsi direttamente a un medico di base convenzionato con il SSN, che eroga le prestazioni sanitarie generiche, prescrive le eventuali prestazioni sanitarie specialistiche e provvede a richiedere, tramite l’Azienda Sanitaria Locale (ASL), il rimborso all’istituzione estera competente.
Per conoscere l’elenco dei medici convenzionati con il SSN, rivolgiti alla ASL competente per territorio.

Cittadini extra-UE

Se sei cittadino di un Paese non appartenente all’Unione Europea e soggiorni regolarmente in Italia, puoi scegliere - indipendentemente dalla durata del soggiorno - tra due possibili coperture sanitarie:

  • copertura pubblicaofferta dal Servizio Sanitario Nazionale (SSN): fornisce assistenza sanitaria completa - inclusa la possibilità di scegliere un medico di base - pagando una tassa di Euro 149,77 per anno solare, ossia fino al 31 dicembre dell’anno del pagamento. In tal caso devi rivolgerti all'Azienda Sanitaria Locale (ASL) competente per territorio, per i necessari adempimenti burocratici;
  • assicurazione privata, da acquistare direttamente presso una compagnia di assicurazioni.

Ti ricordiamo che per ottenere il permesso di soggiorno è indispensabile che tu abbia una copertura sanitaria.

Servizio di supporto per assistenza sanitaria

Se sei ospite dell’Università di Torino e ti trovi temporaneamente in città per motivi di studio o lavoro, puoi rivolgerti al punto informativo dell'Ente Regionale per il Diritto allo Studio Universitario del Piemonte (EDISU Piemonte), che ti fornisce indicazioni e chiarimenti sulle modalità di accesso al Servizio Sanitario Nazionale (SSN).

Per maggiori informazioni, contatta l’Ufficio Assistenza Sanitaria dell’EDISU (è preferibile fissare prima un appuntamento).

Ospitalità
  • Le strutture universitarie e private destinate alla residenzialità universitaria
Residenze universitarie convenzionate con UniTO

Se sei studente internazionale in mobilità, o ospite internazionale e di altri Atenei italiani in visita per motivi di studio o lavoro presso l’Università di Torino, puoi trovare alloggio nelle residenze universitarie convenzionate dell'Ente Regionale per il Diritto allo Studio Universitario (EDISU).

Le richieste di ospitalità devono essere presentate esclusivamente tramite la procedura on line dell'EDISU.

Le residenze EDISU disponibili sono:

Le tariffe delle residenze variano in ragione del tipo di utente, della residenza e della durata del soggiorno.

Gli ospiti internazionali provenienti da paesi extra-UE devono essere in possesso di regolare visto d'ingresso e permesso di soggiorno.

Ospiti ammessi a Residenze Edisu

Altre sistemazioni in residenze universitarie

A Torino esistono anche altre strutture private destinate alla residenzialità universitaria.

Tra le altre:

Consulta tutte le possibilità sul sito Study in Torino:

Sistemazioni temporanee

Per soggiorni di breve durata a Torino o in attesa di trovare una sistemazione definitiva, è possibile utilizzare il motore di ricerca dell'ente Turismo Torino per il turismo cittadino:

Supporto alla ricerca di alloggio

Operatori accreditati con l’Università di Torino:

Ristorazione

  • I ristoranti universitari con tariffe agevolate

L'Ente Regionale per il Diritto allo Studio Universitario (EDISU) del Piemonte offre un servizio di ristorazione in ristoranti universitari a prezzi convenzionati.

Il servizio è rivolto a:

  • studenti italiani e stranieri(in possesso di permesso di soggiorno), regolarmente iscritti per l'anno accademico in corso presso l'Università degli Studi di Torino;
  • docenti, personale universitario e lettori, anche provenienti da altri atenei italiani e stranieri;
  • partecipanti a convegni, seminari e attività di studio;
  • eventuali altri utenti regolarmente autorizzati dall'EDISU.

Il costo del pasto varia a seconda della tipologia di utente e del reddito.

La tariffa agevolata prevede 5 fasce di di prezzo, che variano in base alle formule di pasto intero e ridotto. Per accedere a questa tariffa è necessario essere in possesso dei requisiti economici e di merito o rientrare nei casi previsti dal Regolamento per il servizio ristorazione. La domanda di accesso deve essere compilata onlinesul sito EDISU Piemonte.

La tariffa piena è attribuita nei casi in cui non sia stata presentata la domanda per l'accesso alle tariffe agevolate o non si posseggano i requisiti economici e di merito.

Tutte le informazioni relative al servizio ristorazione dell'EDISU (come e dove iscriversi per poter usufruire del servizio, la guida ai ristoranti EDISU, l'elenco dei ristoranti con i relativi indirizzi ed informazioni sulle specialità offerte, ecc.) sono disponibili nel sito EDISU Piemonte.

Agli studenti partecipanti a programmi di mobilità internazionale e al progetto Agon si applica la tariffa corrispondente alla prima fascia.